Svelata anche la livrea Throwback di Jimmie Johnson

Durante il Labour Day Jimmie Johnson gareggerà a Darlington con un nuovo paint scheme che onorerà il passato della Lowe, suo sponsor principale dal 2002.

Il sette volte campione NASCAR gareggerà con una livrea che s’ ispirerà ai camion dell’ azienda usati nel 1986.

Parallelamente Johnson avrà per sè una livrea diversa da quella del 2016, e sarà bianca con colori azzurri e dorati.

48C17_Lowes_Darlington_Throwback_3D.jpg

Gli altri Throwback di Hendrick

Kasey Kahne si rifarà alla prima auto usata da Geoff Bodine nel 1984 di Rick Hendrick con cui ottenne 7 vittorie.

Kasey Darl

Chase Elliott invece riporterà in vita i colori usati da suo padre Bill nel 1975 annata del suo debutto.

july27-chase-elliott-darlington-scheme

Dale Earnhardt Jr invece si rifarà alla sue annate in Nationwide nei quali vinse due campionati.

Earnhardt jr Darl

Danica Patrick onorerà Robert Yates a Darlington

Nel pomeriggio di ieri è stata presentata la vettura con il Trowback Paint Scheme di Danica Patrick  in occasione della prossima gara di Darlington.

La pilota del team Stewart-Haas riporterà in vita i colori storici che hanno rappresentato il Robert Yates Racing tra il 1996 e il 2000  con un blu scuro, rosso e bianco targato Ford Credit. Una vettura in pista guidata dal grande Dale Jarrett, in quegli anni sempre al vertice delle classifiche. Jarrett vinse con questi colori ben 19 delle sue 32 vittorie in carrierà conquistando il titolo 1999, il secondo posto nel 1997, il terzo nel 1996 e 1998 e rimase ai piedi del podio nel 2000.

Vettura dunque in pista in onore Robert Yates, che con il suo team ha conquistato 1 campionato piloti e  57 vittorie nell’ arco di 20 anni 1989-2009, annata della chiusura del Robert Yates Racing, il cui ultimo sussulto fu proprio con Jarrett a Talladega 4 anni prima.

Yates, da sempre promotore della Ford di cui tutt’ora ne è il fornitore di calibro con Jack Roush, rivedrà la sua vettura in pista a distanza di 16 anni il prossimo 3 settembre nella Bojangles Southern 500.Una gara che Yates vinse 3 voltecon Dale Jarrett (1997,1998, 2001).

dp trowback

Danica Patrick dal canto suo, all’ attivo con top ten stagionale e top 15 consecutivi nel mese di luglio, avrà l’onore, dopo il passaggio del suo team a Ford quest’anno di  rappresentare Robert Yates, la persona che ne è stata artefice della casa dell’ ovale blu in NASCAR in una delle gare più storiche del campionato.

Per lei, potrebbe trattarsi dell’ ultima gara su questo ovale, dato che al momento il suo futuro rimane incerto all’ interno del team causa alla vera e propria mancanza di sponsor per il prossimo anno.

 

Livrea storica per Earnhardt Jr a Miami

L’ultima livrea che Dale Earnhardt Jr porterà in pista nella finalissma di Miami-Homestead, la quale sancirà la fine dalla sua carriera, sarà la prima usata durante l’anno del suo debutto nel 1999.

La celebre vettura usata per la prima parte della sua carriera, la Numero 8 del Dale Earnhardt Inc, verrà “copiata” un’ ultima volta con lo sponsor Axalta sulla Chevrolet SS 88 dell’ Hendrick Motorsports.

Dunque, un ritorno agli albori in cui il pilota di Kannapolis ha costruito con la sua vecchia vettura all’ epoca targata Budweiser la maggior parte dei suoi successi fino al suo addio nel 2007, con il passaggio all’ Hendrick Motorsports.

Earnhardt Jr, ha ottenuto nel corso della sua carriera 26 vittorie, 17 delle quali a bordo della vettura numero 8 a cui si rifarà l’ultima livrea e le restanti 9 ( al momento) con la Chevrolet 88.  La differenza tra le due vetture nonostate ci sia uno scarto di 30 gare in più a favore di quella attuale, Earnhardt jr ha ottenuto più top fives e completato più del doppio dei giri in testa con la vettura numero 8, che rimarca il miglior periodo nella carriera del pilota.

Di seguito le foto che rappresentano la vecchia e la nuova vettura in pista per la Ford Ecoboost 400 del prossimo novembre.

17qvcdjmt1060

scg_2001_budcar

Petty and Elliott to drive pace cars at Darlington

Two of the most iconic drivers in NASCAR, Richard Petty and Bill Elliott are going to drive two pace cars which will lead the field for the Southern 500 on September 3rd during the Labour Day.

Both legendary drivers managed during their remarkable career to tame Darlington Raceway at least once. Richard Petty came with a win in 1966, and swept both races in the 1967 season, a year when he was crowned Champion for the first time conquering 27 races. Elliott on his own was less dominant than Petty but reached the Victory Lane 4 times: twice in 1985, 1988 and for the final time in 1992.

This honorary news came just after Richard Petty 80th Birthday on July 2nd and showed his happiness remembering the dominant win in 1967: “The 1967 Southern 500 was a great win. To be able to win at Darlington, especially in those days, was really special. The Southern 500 was and still is, one of the great races in our sport,”  Petty said. He led 345 laps out of 364 that day.

They will honor the manufacturers of the iconic cars used during that time. Petty will field his 1967 Plymouth used during that season while Bill Elliott will jump in Ford Shelby GT350 Mustang pace car, the who leads the race to the green flag.

This iconic moment will be part of NASCAR Throwback day marking the Southern 500 of 2017. Both Drivers are already in the Hall of Fame When Petty has been elected in 2010, Elliott came up with the list five years laters in 2015.

With them back on track it surely will be a fantastic weekend in Darlington.

20151118-5-petty

 

 

 

Happy Birthday Cale Yarborough!

The 3 time NASCAR Champion Cale Yarborough turns 78 Years today.

Yarborough, born in Timmonsville South Carolina during his remarkable career set a record of 83 races wins and sit in the sixth position of all time wins behind Darrel Waltrip, Bobby  Allison, Jeff Gordon, David Pearson and Richard Petty in order.

Among his wins, Yarborough scored four wins at Daytona 500 (1968,1977,1983 and 1984), five wins at Darlington 1968, 1973, 1974, 1978 and 1982 and two time winner at Talladega in 1978 and 1982. Duriing his golden age set  a record of 14 poles in a season (1980) during the modern era started in 1972.

He also owned a record of three consecutive Championship  (1976,1977,1978), broke by Jimmie Johnson in 2009 during his span win from 2006 to 2010. A recod which still stands.

Cale Yarborough ended his career at 49 years old completing 560 races scoring 83 wins, a total of 310 top tens and 69 poles during 31 years. Yarborough has been Named one of NASCAR’s 50 Greatest Drivers (1998) and NASCAR Hall of Fame Inductee (2012).

NASCAR: I migliori piloti senza un titolo

Quanti piloti avrebbero meritato di vincere almeno un titolo NASCAR dimostrando di ottenere eccellenti successi, eppure per un qualche valido motivo, o possibilmente anche per destino sono rimasti a mani vuote?  La risposta sta in questo articolo in cui seguiranno i migliori piloti nella storia della categoria senza alcun titolo in mano.

Carl Edwards: Il più recente ad entrare in questa lista, il pilota 37enne del Missouri ha chiuso la sua straordinaria carriera con 28 successi, 223 top ten in 445 partenze ufficiali. Per di più Edwards è giunto secondo in classifica sia nel 2008 che nel 2011 a parimerito con Stewart. L’unico titolo da lui conquistato è nella Xfinity Series nel 2007, ma nella massima serie ha regalato tantissime emozioni che in pochi dimenticheranno. Rimarrà con il forte rammarico del mancato titolo che neppure nel 2016, sfortunatamente non è arrivato.

http://www.mrn.com/~/media/D3F8B2A7CE0E4A24B6E2E5DFFF19C08A.ashx?w=602&h=345

Junior Johnson: E’ il pilota con più successi di questa lista con 50 vittorie, e in 14 anni di carriera tra gli anni ’50 e ’60 Junior Johnson non è mai andato oltre il sesto posto in classifica nel 1955 e nel 1961. Un vero peccato per un pilota con così tanti successi, ma si è consolato l’introduzione nella Hall of Fame alla prima chiamata.

https://i1.wp.com/universityofracing.com/wp-content/uploads/2015/01/Junior-Johnson-3.jpg?resize=477%2C450

Mark Martin: In questa lista non poteva mancare il piccolo pilota dell’ Arkansas capace di gareggiare nella massima serie per ben 31 anni, oltre metà della sua vita. Martin ha conquistato 40 successi in 882 partenze ufficiali, poche considerati questi numeri eccezionali ai quali si aggiungono 453 top ten. A Martin gli si dedica il soprannome di “eterno secondo” avendo concluso ben 5 campionati dietro al vincitore (1990,1994,1998, 2002 e 2009).http://www.mrn.com/~/media/65A2A45044EF49929DC525EC4210C993.ashx?w=602&h=345

Fireball Roberts: Fu uno dei più veloci piloti tra gli anni ’50 e ’60 ed il suo unico secondo posto giunse proprio ad inizio di quel decennio alle spalle di un certo Bill Rexford, vincitore del campionato. Roberts prima del suo fatale incidente a Charlotte in cui perse la vita nel Luglio del 1964, ottenne 33 successi e 122 top ten in sole 206 gare disputate. https://i1.wp.com/assets.blog.hemmings.com/wp-content/uploads//2013/09/mtrsptshist_75_HR.jpg?resize=546%2C368&ssl=1

Jim Paschal: Un uomo che iniziò la sua carriera nel 1949 e rimase nel circus per ben 23 anni ritarndosi solo nel 1972. Durante questi anni Paschal ottenne 25 successi e 230 top ten in 421 gare ufficiali in il miglior risultato in campionato fu nel . A Paschal gli si deve il record di 335 giri in testa a Charlotte nel 1967; una statistica che resse fino al 2016 quando Truex Jr fece 392 giri al fronte.

https://i2.wp.com/images15.fotki.com/v1631/photos/1/1011428/4487690/paschal65darlington-vi.jpg?w=584

Fred Lorenzen: Ragazzo di Elmhurst, Illinois detiene svariati primati che tutt’ora resistono nonostante non abbia mai completato una stagione intera, in cui solo nel 1963 termino al terzo posto della generale. Lorenzen ha conquistato 26 successi in solo 158 gare disputate, conquistando tra l’altro la Daytona 500 nel 1965, le due gare di Martinsville nel 1963 e l’attuale Coca Cola 600 nelle due annate appena citate precedendetemente. Inoltre, divenne il primo pilota a conquistare tutti gli ovali del sud degli States (Daytona, Darlington, Atlanta, Charlotte, e Rockingham).

https://i2.wp.com/hanabi.autoweek.com/sites/default/files/styles/gen-932-524/public/Fred_Lorenzen_02.jpg?w=584

Ricky Rudd: Il virginiano soprannominato “The Rooster” è uno tra i due piloti a disputare più gare nella storia di questa categoria (secondo solo a Richard Petty)  con ben 906 in 32 anni di carriera. Rudd riusci ad ottenere 23 successi in cui solo nel 1991 ebbe la grande opportunità di ottenere il titolo giungendo alle spalle di Dale Earnhardt Sr. https://nbcnascartalk.files.wordpress.com/2015/04/ricky-rudd-getty-2001-lead-art.jpeg?w=584&h=343&crop=1

Jeff Burton: “The Major” avrebbe anche lui meritato un titolo. Si ferma 21 successi in carriera chiuse al terzo posto in classifica ad inizio secolo, ma le sue vittorie con Roush nelle annate precedenti lo hanno spesso messo nell’ avanguardia del gruppo. 254 top ten in quasi 700 gare sono i numeri del pilota di South Boston  vincitore a Darlington nel 1999 e della Coca Cola 600 nel 1999 e 2001.

In un modo o nell’ altro, seppur senza titoli, chi conosce ed ama questa categoria difficilmente si scorderà di loro tenendo a cuore le loro ottime prestazioni in pista e fuori dalla pista.