Kyle Busch in pole a Watkins Glen

Il ritmo indiavolato di Kyle Busch ha garantito la pole numero 25 in carriera fermando il cronometro su 1:09:490.

Un tempo che gli ha permesso di fare il vuoto tra se stesso e il resto dei contendenti della pole, che al contrario sembravano remare controcorrente.

Per lui si tratta anche della terza pole position consecutiva, e ora che ha sfatato il tabù della vittoria a Pocono la scorsa settimana, alza la posta in palio per conquistare la gara di stasera in programma per le 21 italiane.

L’unico a limitare i danni, se così si può dire è Kyle Larson che si ferma a 37 decimi da Busch. Dopo è il vuoto: Truex Jr figura a 64 decimi di secondo e partirà in seconda fila affiancato da Elliott addirittura a 71 decimi dal poleman, con Suarez scattare in quinta posizione in una fila tutta rookie completata da Erik Jones, sesto.

Seguono Allmendinger e Keselowski in quarta fila, mentre i veterani McMurray e Johnson completano la quinta fila ad oltre 1 secondo da Busch.

Infine, nessun tempo ufficiale per Hamlin e Bowyer che partiranno in quest’ ordine in sesta fila.

Dunque Green Flag dopo le 21 in occasione della “I Love NY 355”

Matt Kenseth con Tide a Darlington

La celeberrima livrea colorata sponsorizzata dal detergente per lavatrici Tide torna in Nascar dopo un’ assenza decennale in occasione della gara serale a Darlington nel Labour Day, grazie al classico “Throwback”; questa volta al fianco di Matt Kenseth.

La sua Toyota Camry si tingera di giallo,arancione e blu colori dello sponsor in onore a tre piloti che ne hanno fatto un’ icona tra il 1987 al 2006: Ricky Craven, Darrell Waltrip e Ricky Rudd. https://i2.wp.com/pbs.twimg.com/media/CqAASnUVUAAY3xh.jpg?w=584&ssl=1

Tide torna così in Nascar con un accordo di una gara come sponsor primario, ma punta ad un possibile ritorno nel prossimo futuro ancora da definire. Tide sarà sponsor associato nelle altre tre Toyota di Gibbs dei piloti Kyle Busch( il quale onorerà Dale Jarrett), Denny Hamlin (Tuffo nel passato per Darrell Waltrip) e Carl Edwards (in onore a Tony Stewart) a Darlington, Richmond e Chicagoland.

Nell’ arco di 19 anni in cui Tide si presentava come sponso primario insieme a Rudd, Craven e Waltrip ha collezionato 20 successi ed un’ infinità di top ten e top fives , tra le quali si trovano la vittoira di Craven a Darligton nel 2003 per 0,002 millesimi su Kurt Busch, la Daytona 500 del 1989 conquistata da Darrell Waltrip e il Brickyard 400 ottenuto dall’ eterno Ricky Rudd. Ma soprattutto grazie a Rudd e a Waltrip che lo sponsor spicca durante questo ventennio in cui i due piloti per dieci anno saranno nel top ten della generale, con Waltrip che sfiorerà il titolo nel 1987 giungendo secondo in campionato.

I risultati  di Kenseth a Darlington parlano al momento di una vittoria ottenuta nel 2013, due top fives e dieci top ten in  22 partecipazioni. https://i0.wp.com/images51.fotki.com/v94/photos/6/61479/1127540/32Tide2001refa-vi.jpg?w=584

Erik Jones con Furniture Row nel 2017 ma futuro incerto

La settimana scorsa è stato ufficializzato l’arrivo di Erik Jones al Furniture Row Racing per la stagione Sprint Cup del 2017 a bordo di una Camry numero 77 con l’aggiunta di avere 5 Hour Energy come sponsor primario per 22 gare, lasciando così la compagnia di Clint Bowyer, attualmente all’ HScott e con Stewart Haas dal 2017. https://i2.wp.com/a57.foxnews.com/images.foxnews.com/content/fox-news/sports/2016/08/07/furniture-row-adds-second-car-to-stable-erik-jones-to-drive/_jcr_content/par/featured-media/media-1.img.jpg/876/493/1470616360434.jpg?w=584

Dunque, Truex Jr che ha firmato  per due anni di recente per rimanere con il team avrà il giovane Erik Jones come compagno di squadra a conferma di quello che fu detto l’anno scorso: Il Furniture Row Racing di Barney Visser, team con base a Denver si espanderà così a due auto.

Salti da gigante per questo team, il quale in  poco tempo  è passato da Chevrolet a Toyota, ha vinto due gare in un anno non solare Pocono e Coca-Cola 600 con Truex Jr ed ha ottenuto un quarto posto in campionato nel 2015 sempre con il pilota originario di Mayetta, New Jersey.

Jones ha firmato un contratto di un solo anno, giusto per iniziare e fare il passo da gigante facendo il salto nella massima serie. Nella Xfinity Jones ha catturato tre vittorie confermando la sua presenza nel Chase ed è campione della Camping Truck Serie 2015.

L’arrivo di Jones è stato preso con entusiasmo ma Barney Visser va con cautela all’ acquisto appena fatto: ” Sapremo più avanti quale sarà la risposta ma penso che Erik non sarà con noi  dal 2018″. Visser appare certo di questa decisione  e secondo lui Jones potrebbe virare verso il Joe Gibbs Racing, team madre del Furniture Row Racing.

“Se non avremo lui, avremo qualcun’altro.” ha detto Visser “Dopo di lui avremo un altro grande pilota, se se ne va, e onestamente penso che lo farà, attraeremo uno dei migliori piloti nel nostro garage, ne sono certo”. ha chiuso il capo del team.

Se Jones andrà al Joe Gibbs Racing, il team dovrà fare qualche cambiamento nella sua rosa che include Kyle Busch, Denny Hamlin, Carl Edwards e Matt Kenseth, tutti e quattro nel top five della classifica del campionato odierno.

Martin Truex Jr rifirma per il Furniture Row Racing

Martin Truex Jr rimarrà con il Furniture Row per almeno altri due anni fino a fine 2018. I tre anni fatti con il team dal 2014  lo hanno lanciato tra i migliori piloti del campionato Nascar.

https://i1.wp.com/www.gannett-cdn.com/-mm-/b87319500327d6e13e80f253e72048c020a3ee49/c=760-312-3471-2350&r=x404&c=534x401/local/-/media/2016/02/14/USATODAY/USATODAY/635910649206366370-2016-02-14-Martin-Truex.jpg?w=584

Lo scorso anno il pilota di Majetta conquistò una gara, la prova primaverile al Pocono Raceway ed il quarto posto in campionato, il miglior risultato della sua carriera. Quest’anno le prestazioni ottimali del pilota sono state confermate: già con un piede nel Chase, Truex Jr ha vinto la Coca Cola 600 di Charlotte dominandola dall’ inizio alla fine, aggiunge 3 top fives e 9 top ten stagionali. Inoltre, è al primo posto con il maggior numero di giri compiuti  in testa tra tutti i piloti del campionato in corso, 1.005 quest’anno. Truex Jr figutra ottavo nella classifica generale.

Inoltre il team di Visser con base a Denver, nato nel 2005  vedrà incrementare le gare sponsorizzate dalla pro and bass, che sarà sponsor primario per 16 gare dal 2017. Nel 2015 sono 12.

“Confermare Truex Jr al fianco di Pro and Bass sono segno  di confidenza per il futuro del Furniture Row” ha detto Joe Garone presidente del team.” Martin ha dimostrato più volte di esere un pilota d’elite in questo campionato, e siamo felici di riaverlo con noi per i prossimi 2 anni”, ha chiuso Garone.

“Sono onorato di continuare la mia permanenza al Furniture Row. Qui è dove voglio essere, guidare la Toyota 78 del Furniture Row. Ci sono varie ragioni per cui essere ottimisti sul futuro di questo team, a cominciare dal nostro proprietario Barney Visser,il supporto di Toyota e della tecnica partnership con il Joe Gibbs Racing.” Ha detto Martin Truex Jr a riguardo.

Dewalt è il nuovo sponsor primario di Matt Kenseth

L’addio delllo sponsor Dollar General  che aveva destato qualche preoccupazione a Matt Kenseth ed il suo team sarà sostituita dalla Dewalt a partire da questa seconda parte di stagione e per il 2017.

Prima della gara di Daytona infatti, la conferenza stampa tenutasi con Joe Gibbs, Matt Kenseth e i capi della Dewalt ha lasciato trapelare che il produttore di utensili elettrici  sussidiaria della Stanley Black and Decker  sarà il rimpiazzo del Dollar General.

Infatti, la Dewalt sarà sponsor primario del team per ben 15 gare dalla prossima stagione, alle quali aggiungerà quattro gare della stagione in corso e precisamente Chicago, Dover, Kansas e Homestead, precedentemente sponsorizzate da Dollar General.

Kenseth 44 anni, nativo del Wisconsin ha ottenuto in carriera 37 vittorie nella massima serie e con Dewalt che ha negato la possibilità di un suo ritiro dalle corse, continuerà ad avere uno sponsor per lui storico, già che la partnership iniziale durò ben 10 anni dal 1999 al 2009, con cui Kenseth conquistò il titolo nel 2003. L’addio temporaneo di Dewalt nella data citata precedentemnte, ha portato la multinazionale a rientrare nel Circus nel 2011 con Marcos Ambrose affiancandolo per quattro stagioni, per poi ritornare da Kenseth nel 2015.

“Iniziai la mia carriera con Dewalt nel 1999 e spero di chiuderla con questo sponsor, non ora ovviamente ma fra qualche anno” ha detto Matt Kenseth.

“Non parliamo di contratti ora pubblicamente  e con i nostri piloti ma vi dirò che Matt (Kenseth) si ritirerà con JGR ( Joe Gibbs Racing)” ha accennato Joe Gibbs owner del team a quattro auto tutte motorizzate Toyota.

L’età avanzata di Kenseth non può che far pensare ad un plausibule ritiro con questo team, essendo lui il secondo pilota “più anziano” del plotone dopo Greg Biffle (46).http://media.gettyimages.com/photos/matt-kenseth-driver-of-the-dewalt-toyotaduring-practice-for-the-cup-picture-id513765672