Ford Mustang nella Monster Energy Series dal 2019

Nella giornata odierna Ford Performance ha annunciato l’arrivo della Ford Mustang nella massima serie in sostituzione alla Ford Fusion a partire dalla prossima stagione.

Dall’ era moderna sancita con la stagione 1972, sono quattro i modelli Ford usati finora. Mustang seguirà la Torino usata fino al 1977, la Thunderbird ( 1977-1997), la Taurus (1998-2005) e l’attuale Ford Fusion dal 2006.

La decisione è dovuta al cambio effettuato da Toyota con un nuovo telaio ed il passaggio di Chevrolet da quest’ anno dal modello SS alla Camaro, la celeberrima muscle car.

E così anche Ford vuole stare al passo delle rivali, da sempre “nemica” numero uno di Chevrolet: 15 sono i campionati costruttori vinti della casa dell’ ovale blu, contro i 39 di Chevy; 658 le vittorie complessive dei piloti Ford, 779 i successi dei piloti Chevrolet.

Inoltre si può dare per certo che Ford non vede un titolo piloti dal 2004 con Kurt Busch, dopo averne vinti tre in 6 anni ( Jarrett 1999 e Kenseth 2003), tentando la mossa di portare la Fusion dal 2006 che si ha rivisto risultati eclatanti, ma a parte tre annate ( Keselowski con Dodge 2012, Kyle Busch 2015 e Truex Jr nel 2017 con Toyota) ha lasciato lo scettro a Chevrolet, merito soprattutto di quel Johnson alieno che all’ epoca non ne voleva sapere di sconfitte.

Dunque un passo decisivo, per ricalibrare la concorrenza, anche se, a pari fatti Ford sta letteralmente dominando la stagione odierna con 4 successi su 8 gare.

La Mustang è attualmente nella Xfinity Series dal 2011, assieme alla Camaro

Mustang

 

Il calendario Monster Energy 2019

Qualche settimana fa la NASCAR ha cominciato a preparare il campionato 2019 presentato solo ed esclusivamente il calendario gare.

Una stagione che prenderà il via il 14 Febbraio a Daytona e chiuderà i battenti il 17 novembre a Miami, come di consueto. I playoff scatteranno da Las Vegas il 15 settembre, con nessuna variazione di rilievo rispetto a quello del 2018.

NASCAR 2018

Gli orari delle gare saranno annunciate in futuro.Di seguito la lista con rispettive date:

 

DATE RACE
Sun., Feb. 10 Daytona 500 – Qualifying
Sun., Feb. 10 The Clash
Thurs., Feb. 14 Daytona 500 – Duels
Sun., Feb. 17 Daytona 500
Sun., Feb. 24 Atlanta
Sun., March 3 Las Vegas
Sun., March 10 ISM Raceway
Sun., March 17 Auto Club
Sun., March 24 Martinsville
Sun., March 31 Texas
Sun., April 7 Bristol
Sat., April 13 Richmond
Sun., April 21 OFF WEEK – EASTER
Sun., April 28 Talladega
Sun., May 5 Dover
Sat., May 11 Kansas
Sat., May 18 All-Star Open
Sat., May 18 All-Star Race
Sun., May 26 Charlotte
Sun., June 2 Pocono
Sun., June 9 Michigan
Sun., June 23 Sonoma
Sun., June 30 Chicago
Sat., July 6 Daytona
Sat., July 13 Kentucky
Sun., July 21 New Hampshire
Sun., July 28 Pocono
Sun., Aug. 4 Watkins Glen
Sun., Aug. 11 Michigan
Sat., Aug. 17 Bristol
Sun., Sept. 1 Darlington
Sun., Sept. 8 Indianapolis
Sun., Sept. 15 Las Vegas
Sat., Sept. 21 Richmond
Sun., Sept. 29 Charlotte
Sun., Oct. 6 Dover
Sun., Oct. 13 Talladega
Sun., Oct. 20 Kansas
Sun., Oct. 27 Martinsville
Sun., Nov. 3 Texas
Sun., Nov. 10 ISM Raceway
Sun., Nov. 17 Miami

NASCAR gives teams option tires for the next season

NASCAR has decided to add a new different compound for next season, one has the yellow logo and the new one would be awith the green logo on tire side. .

Despite this complete allowance next year, NASCAR has announced that this new compound will be used as test during the next All Star Race in Charlotte this year between 19th and 20th of May, previous event of the outstanding Coca Cola 600 at the same track.

Tire choice is essential for race strategy, and NASCAR has probably haven’t used it perfectly to create an optimal racing atmosphere. Adding a different compund to these races obviously means more fun and more battle for track positions among NASCAR drivers.

NASCAR drivers have now the option to use the normal compound (Yellow logo) and existing tires used in these recent past season, and a softer compound which performance will be higher in the  first laps it will be used for a short stints like in the last ten laps of the race following a restart.

The All Star Race is split into 4 segments this year, three of 20 laps and the last one of 10 laps, which make the green compund a better effort during this shot stints, but only the 10 cars with the best average finish in the previous three stages  will be lined up to win the race, but put the green one at last minute they will start at the back of the field.

The All Star Race has always brought new formats and ideas almost every year, and this time should be more excited than previous years.

 

https://i2.wp.com/hanabi.autoweek.com/sites/default/files/styles/gen-932-524/public/Gdyr_All_Star_Prime_Option.jpg?w=584

 

 

 

Las Vegas aggiunge una seconda gara nel 2018

Il Las Vegas Motor Speedway avrà una seconda gara nel 2018 a distanza di 20 anni dal suo debutto nell’ allora Winston Cup datata Marzo 1998.

L’ovale da un miglio e mezzo della “Città del Peccato”, oltre ad ospitare la massima serie in primavera, piazzerà la sua seconda gara nei Playoff  della Monster Energy Series in sostituzione al New Hampshire Motorspeedway nel mese di settembre.

“Il miglio magico” del New England scalerà  così ad un evento solo per il mese di luglio visto che a settembre lo stato è spesso concentrato nel seguire i New England Patriots nel football e i Boston Red Sox nel baseball e, onestamente parlando, Las Vegas è sempre una delle città più “Folcloristiche” d’America quando in New Hampshire si è immersi nel nulla.

A questo proposito, anche la Truck  e la Xfinity avranno un doppio appuntamento a Las Vegas in sostituzione al Kentucky Speedway per la seconda e New Hampshire per la prima sopracitata.

Le emozioni non mancheranno di certo nel luccicante ovale di Las Vegas, mentre Kentucky e New Hampshire si accontentano un programma ridotto.

 

Kevin Harvick conquista la pole ad Atlanta

https://i2.wp.com/images-galleries.nascar.com/gallery-images/2017/03/03/big_thumbnail/17ATLbc0573.jpg?resize=555%2C374Kevin Harvick ha ottenuto ieri sera la pole position per la Folds of Honor QuickTrip 400 di Domenica fermando il cronometro sui 29.118 secondi alla velocita di oltre 190 miglia orarie.

Per Harvick si tratta della 18° pole in carriera, la prima su questo ovale per lui storico in cui vinse nel 2001 la prima gara della carriera. Il pilota di Bakersfield sarà appaiato a Ryan Newman, il quale non ottiene la pole da New Hampshire 2013 ha fallito nel tentativo di cogliere la sua 51° pole in carriera e spezzare il tie break con Buddy Baker con sette pole positions a testa su questo ovale un record assoluto.

Terzo Kyle Busch su Toyota seguito da Ricky Stenhouse Jr e dal duo Penske  Brad Keselowski e Joey Logano. A completare la top ten della griglia ci pensano coppia del Ganassi Racing Jamie McMurray settimo, e Kyle Larson ottavo seguiti da  Martin Truex Jr e Denny Hamlin decimo.

Arretrati nella griglia di partenza alcuni dei big del campionato: Earnhardt Jr 12°, Kurt Busch recente vincitore della Daytona 500 è 13°, Matt  Kenseth  16°, Jimmie Johnson 18°,  Daniel Suarez 21°, Danica Patrick 24°, Clint Bowyer 25° Kasey Kahne 29°.

La Folds of Honor QuickTrip 400 è in programma per Domenica  5 Marzo alle 20.30 orario italiano.

 

Can Am Duel: la griglia di partenza

Giovedì 23 Febbraio andrà in scena il Can Am Duel, due gare da 60 giri l’una. Il primo Duel avrà Chase Elliott affiancato a Brad Keselowski in prima fila mentre il secondo Duel, che seguirà al termine del primo Duel, vedrà Dale Earnhardt Jr affiancato al redivido Clint Bowyer, alla sua prima affermazione con la Ford.

Le due gare sanciranno la fila interna ed esterna della griglia di partenza per la Daytona 500, in base al risultato finale, in cui due posizioni sono ancora disponibili per quattro piloti presenti in queste gare, che si aggiungeranno a Brendan Gaughan ed Elliott Sadler.

La gara è in programma per giovedì 23 Febbraio alle 7 di sera ore locali ( 1 del mattino in italia.

Di seguito la griglia di partenza dei Duels:

DUEL 1
Starting position Driver Team
1. Chase Elliott Hendrick Motorsports
2. Brad Keselowski Team Penske
3. Martin Truex Jr. Furniture Row Racing
4. Kevin Harvick Stewart-Haas Racing
5. Matt Kenseth Joe Gibbs Racing
6. Kyle Busch Joe Gibbs Racing
7. Ricky Stenhouse Jr. Roush Fenway Racing
8. Daniel Suarez Joe Gibbs Racing
9. Joey Logano Team Penske
10. Trevor Bayne Roush Fenway Racing
11. Paul Menard Richard Childress Racing
12. Jamie McMurray Chip Ganassi Racing
13. Aric Almirola Richard Petty Motorsports
14. Landon Cassill Front Row Motorsports
15. Matt DiBenedetto Go Fas Racing
16. Chris Buescher JTG Daugherty Racing
17. Brendan Gaughan* Beard Motorsports
18. Cole Whitt TriStar Motorsports
19. Reed Sorenson* Premium Motorsports
20. Joey Gase BK Racing
21. Corey LaJoie* BK Racing
DUEL 2
Starting position Driver Team
1. Dale Earnhardt Jr. Hendrick Motorsports
2. Clint Bowyer Stewart-Haas Racing
3. Denny Hamlin Joe Gibbs Racing
4. Kasey Kahne Hendrick Motorsports
5. Ryan Newman Richard Childress Racing
6. Ty Dillon Germain Racing
7. Jimmie Johnson Hendrick Motorsports
8. Kyle Larson Chip Ganassi Racing
9. Ryan Blaney Wood Brothers Racing
10. Erik Jones Furniture Row Racing
11. Kurt Busch Stewart-Haas Racing
12. Danica Patrick Stewart-Haas Racing
13. Austin Dillon Richard Childress Racing
14. AJ Allmendinger JTG Daugherty Racing
15. Michael McDowell Leavine Family Racing
16. David Ragan Front Row Motorsports
17. Michael Waltrip Premium Motorsports
18. Elliott Sadler* Tommy Baldwin Racing
19. D.J. Kennington* Gaunt Brothers Racing
20. Jeffrey Earnhardt Circle Sport – The Motorsports Group
21. Timmy Hill* Rick Ware Racing