Nominati i nuovi membri della Hall of Fame

Come ogni anno la Nascar nomina 5 nuovi membri che entreranno a far parte della Hall of Fame. La classe del 2017 includerà gli ex piloti Benny Parson e Mark Martin, i team owners Rick Hendrick e Richard Childress ed infine, Raymond Parks.

Persone legate a questo sport che da gennaio avranno l’onore di rimanere tra i grande per il resto della storia di questo sport.

140625187_crop_northBenny Parson: Già nella lista dei migliori 50 piloti della Nascar nella sua ventennale carriera vanta un titolo conquistato nel 1973, 21 vittorie e 283 top ten in 526 gare ufficialmente disputate. Tra le sue vittorie si può contare anche una Daytona 500 conquistata nel 1975. Conosciuto anche come la voce delle sport, dopo il ritiro dalle corse si è cimentato una carriera come commentatore tecnico fino alla sua morte nel 2007 all’ età di 65 anni.

Mark Martin: Durante la sua stellare carriera durata oltre 30 anni, Martin ha vinto 40 gare nella massima serie, 49 nella attuale Xfinity Series e 7 successi nella Truck Series per un totale di 96 gare vinte nelle tre serie. Martin, al quale manca il titolo Nascar vanta un record di 5 secondi posti  in classifica generale  nella massima serie, ottenunuto l’ultima volta nel 2009 alla generosa età di 50 anni. Questi secondi risultati possono essere un pò amari se si considerà che il pilota è giunto dietro a Dale Earnhardt, Jimmie Johnson, Jeff Gordon  e Tony Stewart, quattro piloti che insieme hanno collezionato 20 titoli.

Rick Hendrick: In oltre 32 anni di esperienza come manager dell’ Hendrick Motorsports, team da lui stesso fondato  è da considerare il team d’elite della Nascar. Con i suoi 11 titoli vinti è il team di maggior successo: 6 con Jimmie Johnson, 4 con Jeff Gordon e 1 con l’ All of Famer Terry Labonte.  Dal 1995 al 1998  ha ottenuto 4 titoli consecutivi e dal 2006 al 2010 cinque consecutivi con Jimmie Johnson.

Richard Childress: Prima di diventare owner Childress è stato pilota Nascar di tutto rispetto. Partito dal nulla con un’ auto  comprata a 20 dollri all’ età di 17 anni, Childress si è fatto strada nel mondo delle Stock Car come pilota dal 1969 al 1981 ottenendo 6 top fives, 76 top ten in 285  gare, giungendo quinto nella classifica finale del campionato datato 1975. Fondato il Richard Childress Racing nel 1972 si ritirò a termine della stagione 1981 per diventare proprietario di un team che sarebbe diventato una colonna portante negli anni a seguire;  basta il solo nome Dale Earnhardt Sr.

Raymond Parks : Se non ci fosse stato Raymond Parks al giorno d’oggi non ci sarebbe stata la Nascar. Il suo successo nel mondo del business diventando Car Owner di un team nel 1938 dei piloti Llloyd Seay e Roy Hall. Affiancato da un’ altro cittadino di Atlanta Red Vogt, un meccanico ha prodotto pezzi per ottener eil successo tra gli anni ’40 e ’50 del novecento. Red Byron vinse i primi due titoli Nascar nel 1948 e nel 1949 in auto del signor Parks.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *