Gli Ovali della NASCAR: Kansas Speedway

Il Kansas Speedway rientra in quella vasta categoria di ovali in cui la distanza sul giro raggiunge 1,5 miglia di lunghezza ( 2,4 km), molto simille al Las Vegas Speedway e Chicagoland Speedway.

Ovale dalla storia recente, in confronto a Martinsvile e Daytona tanto per citarne alcuni, conosce la potenza delle vetture NASCAR solo con l’arrivo del nuovo secolo nel 2001 dopo un periodo di costruzione durato circa due anni (1999).

L’impatto lasciato da questo ovale visto la sua collocazione, nei pressi di Kansas City, lo ha reso sin dal 2001 l’unico evento NASCAR tra gli stati del Midwest ed il Centro Nord degli States. Al suo debutto nel 2001, il Kansas Speedway ricevette l’onore di avere Jeff Gordon come primo vincitore della sua storia. Gordon, al suo ritorno nel 2002 si ripetè  diventando il primo a conquistare l’ovale per due annate consecutive ( un record eguagliato da Matt Kenseth nel 2012 e 2013). Tra i vincitori di quest’ ovale spicca anche il nome di Jimmie Johnson (2008, 2011, 2015), il quale con Gordon (2001,2002 e 2014) sono i maggiori vincitori della storia della serie.

La fama del Kansas Speedway crebbe nel corso degli anni ove, nomi dal calibro di Tony Stewart (2 volte), Greg Biffle (2 volte) e Mark Martin (1 volta) hanno poi portato l’ovale ad avere 2 date annuali a partire dal 2011, anno in cui venne aggiunto un impianto d’illuminazione.

Infatti,Il Kansas Speedway ospita al giorno d’oggi due gare Monster Energy:  la data primaverile di Maggio si svolge sotto le luci, mentre la gara  autunnale presente nei Playoffs ad Ottobre, si svolge nell’ orario pomeridiano; una gara Xfinity Seties e una gara Truck. Per quanto riguarda la sua configurazione ,l’ovale presenta un rettilineo principale con pendenze dai 9 agli 11 gradi, 17° e 20° nelle curve, mentre tende a spianare sul rettilineo opposto  non superando i 5° di pendenza.

https://i0.wp.com/impact89fm.org/sports/wp-content/uploads/sites/4/2016/05/NASCAR-Heads-to-Blazing-Fast-Kansas-Speedway-Article-Photo-1.jpeg?w=584

Nascar annuncia gli orari del calendario 2017

Sprint_Cup_Series_logo.svgUn paio di giorni fa la Nascar ha pubblicato gli orari d’inizio delle tre categorie che rappresentano questo sport. Per quel che concerne la massima serie, l’attuale Sprint Cup, all’ ultimo anno con con la compagnia sopracitata, del quale però non si conosce ancora il prossimo sponsor, cambia gran parte del calendario rispetto a quello odierno.

La prima delle due gare in Texas si svolgerà nel pieno pomeriggio alle 7.30 di sera (orario italiano), anzichè in notturna. Pertanto, sarà il Kansas Speedway ad aprire le danze delle gare serali il 3 maggio.

Il campionato  che inizierà con la consueta Daytona 500 il prossimo 26 febbraio, scatterà alle 8 di sera (orario italiano ) posticipando di un’ ora l’orario di quest’anno. Verosimilmente, ritarderanno anche le quattro gare a Pocono ed in Michigan, solitamente con il green flag alle 7 di sera ( orario italiano), saranno spostate alle 9 di sera (orario italiano.

La seconda parte della stagione subirà anch’essa una ritardo nella esposizione della bandiera verde: Watkins Glen e Chicagoland, gara d’apertura del Chase alle 9 di sera(orario italiano), mentre gli eventi  a seguire saranno similari a quelle del campionato 2015 con Talladega, Dover e New Hampshire a fare da incomodi per gli italiani che, se vorranno vedere le rispettive gare dovranno farlo nell’ oraio di cena alle 8 di sera, (orario italiano) Si salva invece il Kansas Speedway che vedrà ritardare l’inizio della gara autunnale alle 9 di sera (orario italiano).

Infine la gara finale a MIami tornerà all’ orario d’origine le 8.30 anzichè le 9 ( sempre orario serale italiano).

https://i2.wp.com/a.fssta.com/content/dam/fsdigital/fscom/nascar/images/2016/07/27/072716-NASCAR-Cup-times.vadapt.664.high.83.jpg?resize=555%2C718