Danica Patrick annuncia addio alla NASCAR

Nella giornata di venerdì prima della fine della stagione 2017 chiusasi a Miami, Danica Patrick ha annunciato sotto le lacrime che il 2017 è  il suo ultimo anno come pilota full time in NASCAR.

Con i ringraziamenti a coloro che l’hanno aiutata in questi 5 anni di carriera nel mondo delle Stock Car, Dale Earnhardt Jr, Tony Stewart e Gene Haas tra i tanti, Danica Patrick si sbilancia il giusto in questa, facendo un secondo annuncio che rincuora i fan: gareggerà nella Daytona 500 (NASCAR) e  Indy 500 (Indycar) nel 2018; gare che chiuderanno  la sua carriera da pilota.

Danica Patrick, 35 anni detiene attualmente alcuni record in campo femminile  in NASCAR tra cui 7 top ten, 64 giri in testa, pole a Daytona, leader nella Daytona 500 e nella Coca Cola 600.

Per quanto siano scarsi i numeri ottenuti, l’importanza di tali risultati e della sua carriera la pongono come pilota che ha aperto una breccia in un mondo che prima di lei sembrava impossibile accedervi, aprendo una porta alle generazioni future.

danica-phoenix

Aric Almirola sostituisce Danica Patrick per SHR

Nel 2018 subentrerà un nuovo pilota in casa Stewart-Haas Racing. Il suo nome è Aric Almirola.

Annunciato nella giornata di Mercoledì, Almirola prenderà il posto di Danica Patrick, su quella vettura dal 2013. Il cubano americano sfrutta così l’arrivo dello sponsor Smithfield a SHR proviente dal Petty Motorsports per consolidare un sedile per il 2018.

Il pilota ha all’ attivo 1 vittoria, 11 top fives e 32 top ten in quasi 250 gare nella massima serie, tutte maturate con il Petty Motorsports.

aric-almirola-shr-announcement-main

Per quel che concerne Danica Patrick, figura ancora tra i piloti con un futuro incerto ella massima serie con forti possibilità che lasci definitivamente il campionato senza farne più ritorno.  Con 250 partenze ufficiali figura come la migliore donna nella NASCAR grazie anche ai suoi 14 top ten in carriera (7 nella Monster Energy, 7 nella Xfinity).

Tra i tracciati in il top ten è stato centrato nella massima serie figurano Atlanta 6° suo miglior risultato di sempre, Daytona con due ottavi posti, Dover il decimo posto ottenuto quest’anno, Kansas settima dove ha forse disputato la miglior gara della sua carriera, Martinsville in cui ha centrato il settimo posto ed infine a Bristol con un 9° posto nel 2015.

A pari livello Almirola e Patrick non sono e non sono mai stati piloti di alto calibro, ma la scelta del team di effettuare questo cambio potrebbe storcere il naso a tanti, soprattutto quando in giro c’è ancora un Matt Kenseth degno di buoni risultati alla fervida età di 45 anni.

Almirola si aggiunge così a Kevin Harvick e Clint Bowyer per la rosa del prossimo anno, nell’ attesa dell’ annuncio su chi sarà il pilota della Ford 41. Verosimilmente sarà Kurt Busch, che ha declinato l’opzione di contratto per il 2018, ma a questo punto altre sorprese potrebbero venire a galla.

Danica Patrick lascia Stewart-Haas Racing

Danica Patrick non sarà pilota per lo Stewart-Haas Racing nel 2018 sulla Ford #10 da quanto è stato annunciato sul suo profilo ufficiale di Facebook.

“E’ stato un onore guidare per Tony Stewart, Gene Haas e tutta l’organizzazione dello Stewart Haas nelle ultime sei stagioni”, ha annunciato Danica Patrick “Insieme abbiamo ottenuto la pole a Daytona per le 500 miglia, sette top ten e  qualche altro momento entusiasmante durante questo periodo. A causa di una nuovo accordo con un nuovo sponsor per il 2018 è giunto il momento di finire la mia relazione con il team. Gli sponsor hanno un ruolo vitale in questo sport e sono stata molto fortunata nel corso della mia carriera, ma quest’anno hanno preso un’ altro tipo di piega. I nostri partner Aspen Dental e Code 3 hanno fatto un grosso lavoro per sponsorizzare le gare di questa stagione e mi gratifico con loro.”

AFBD4B5208134CCF898B831E611CBA3E

“Auguro il meglio per il team con il nuovo sponsor e pilota. Per quel che concerne me mi concentrerò in questo finale di stagione per finire nel migliore dei modi. Ho molta fede in me stessa e sono fiduciosa nel mio futuro”.

Al momento, Danica Patrick è senza volante per il 2018 e secondo le indiscrezioni nessun team sarebbe interessato a lei, nonostante la caterva di soldi  portati in questi anni nella NASCAR. Vero è che la mancanza di risultati eccellenti non  l’aiutano nel futuro all’ interno di questa categoria.  D’altronde Danica  Patrick, 35 anni ha già messo  in moto altre passioni come yoga, la nuova linea di abbigliamento e il vigneto nei pressi di casa sua aprendo possibilità di una seconda carriera in altri settori ma al di fuori del mondo dei motori.

Smithfield lascia Richard Petty per Stewart-Haas

Lo sponsor primario della vettura 43 in mano al leggendario Richard Petty, come owner e guidata da Aric Almirola saluta il team e pass ain mano ad un’ altro team fordista: lo Stewart-Haas Racing.

“Siamo lieti di annunciare che Smithfield  si unirà a Stewart-Haas Racing ad inizio 2018. La decisione di lasciare il Richard Petty Motorsports è stata difficile e speriamo con Stewart Haas di migliorare la nostra competitività in pista come leader di esportazioni di cibo”.

I dettagli di questo accordo verranno precisati in una data ancora da decidere. Questa è la causa forse primaria che ha portato Danica Patrick a lasciare il team, ma secondo le indiscrezioni si parla dell’ arrivo di Aric Almirola  che con Smithfield potrebbe  salire sulla Ford numero 10 nel 2018. sia Sponsor, sia pilota resteranno in mano a Richard Petty  fino a Miami, il quale ha confermato poche ore più tardi la partenza del pilota  cubano americano al termine della stagione.

Di conseguenza, sempre senza note ufficiali, Bubba Wallace sarebbe il candidato numero uno per prendere il posto di Almirola sulla Ford 43 nel 2018, dopo averlo sostituito per quattro gare portando a casa ottimi risultati.

In attesa di nuove ufficialità, i movimenti di mercato continuano a sorprendere per il 2018 con una vera rivoluzione della rosa piloti.

 

 

Miglior mese in carriera per Danica Patrick

Si parla molto di Danica Patrick nel bene e nel male, per via del suo rendimento sottotono in un team importante come lo Stewart Haas, ma invece di vedere solo il peggio di una donna che ormai ha scritto pagine di storia nel mondo dei motori, c’è da considerare il meglio e la sfortuna avuta quest’anno.

Ad ogni modo il mese di luglio è stato il miglior rendimento degli ultimi due anni in NASCAR in cui la pilota nativa dell’ Illinois è stata capace di piazzare 4 top 15 consecutivi. La striscia è  iniziata in Kentucky con un 15° posto, segue il 13° in New Hampshire, 11° ad Indianapolis e 15° a Pocono domenica scorsa (terza a fine del secondo stage).

Senza ombra di dubbio, il problema degli sponsor ad inizio stagione hanno fatto presagire il futuro incerto nel team attuale ma ha sempre mostrato tenacia e solidità in queste 21 gare. Vero è che sono ben sette i ritiri in stagione, sei dei quali causa incidente.

Nella prima parte di stagione in cui Atlanta (17°) e Richmond (18°) figurano come migliori piazzamenti nelle prime 10 gare, a Talladega era abbondantemente un’ auto da top 10 se non fosse stato per il contatto durissimo con Suarez a poche battute dalla fine. In Kansas, la settimana successiva nel tentativo rimanere nella top ten di gara dopo una solida risalita, si è ritrovata per strada Logano che aveva perso il controllo della sua Ford in quel momento. Incidente che ha portato Almirola al bruttissimo incidente e restare fuori dalle gare quasi due mesi.

A Dover invece giunge il miglior piazzamento stagionale con un 10° posto a fine gara, il settimo della sua carriera. A Pocono invece rimane in linea di galleggiamento fino a tagliare il traguardo con un buon 16° posto. Infine Sonoma, dove causa uno slittamento di Earnhardt Jr mentre la Patrick navigava nel top 6 di gara è stata costretta a risalire due volte il plotone fino a chiudere la gara con un 17° posto finale.

La grinta mostrata in questi mesi danno valore e peso che potrebbe cancellare la sfortuna di alcune gare, considerando che anche nei clash di Daytona ad inizio anno la si rivede nel top ten della classifica.

Se lascerà lo Stewart-Haas e la NASCAR a fine anno è ancora una cosa da decidere dopo le indiscrezioni dei mesi scorsi in cui si ponderava anche un possibile ritiro dalle corse, ma se continuerà di questo passo potrebbe non solo catturare qualche altra top ten ma anche convincere i corpi alti del suo team a tenerla per un’ ulteriore anno come da contratto opzionale.

danica_patrick

Aspen Dental diventa lo sponsor primario di Danica Patrick

Aspen Dental ed il team Stewart Haas Racing hanno esteso la  parrtnership per sponsorizzare Danica Patrick a partire dalla Daytona 500 in programma  il 26 di febbraio.

Aspen Dental servirà da sponsor primario a Danica Patrick per un numero di gare non ancora specificato che supera la doppia cifra, il quale  diventerà il finanziatore principale per la stagione 2017 sulla Ford Fusion numero 10 dello Stewart Haas. L’arrivo di Aspen Dental in soccorso a Danica Patrick giunge quasi un mese più tardi alla recessione del contratto da parte di Nature’s Bakery, sponsor primario nel 2016 che non ha rispettato i limiiti contrattutali di 31 milioni di dollari biennali fino a fine stagione 2018.

“Il nostro impegno a favore di Danica Patrick  dura ormai da quattro anni, mentre con Stewart-Haas sono sei anni di partnership” ha detto il CEO Bob Fontana di Aspen Dental Management Inc. “Danica e Stewart Haas hanno incoraggiato i fan ad intraprendere una via che migliora la salute dentale non vediamo l’ora di espandere la nostra partnership”.

Danica Patrick era finora senza sponsor primario dopo la dipartita di Nature’s Bakery, un legame durato solo un annoche doveva sponsorizzare ben 25 gare nel 2017 e 20 gare nel 2018. Oltre ad Aspen Dental, la pilota nativa del Wisconsin avrà Tax Act per un quantitativo pari a quattro gare stagionali, Code2 Associates correrà tre o quattro gare mentre Mobil1  sarà sponsor primario per un paio di gare.

“Aspen Dental è stato un grande partner nel corso degli per Stewart-Haas Racing” Ha detto Tony Stewart. ” Siamo entrambi cresciuti con questo sponsor e possimo avere successo grazie all’ incremento di gare con la Ford #10 di Danica Patrick” ha concluso il Co-Owner dello Stewart Haas, sollevato dal problema di finanziamenti del suo pilota.

Aspen Dental è una marca  in espansione con 600 studi in 35 stati americani e ha accolto oltre 4 milioni di pazienti oltre a 900.000 persone tra i neo arrivati nel 2016.

“Sin da quando ho visitato la sede centrale nel 2013 sono rimasta colpita dall’ impegno nell’ aiutare le persone cambiando le loro vite” ha annunciato Danica Patrick ” Io adoro lavorare con organizzazioni che si prendono cura delle persone,  un gruppo che distrugge le barriere aiutando i pazienti a dare una cura dentale specifica”.

Stewart-Haas fa causa a Nature’s Bakery

Il 19 di gennaio Nature’s Bakery, attuale sponsor di Danica Patrick ha preso la decisione di tagliare il contratto che lo legava alla pilota e al Stewart-Haas tramite un comunicato ufficiale rilasciato dall’ azienda.

Lo Stewart-Haas ha fatto così causa ai danni dell’ azienda  Nature’s Bakery per aver recesso il contratto da 31 milioni di  dollari dopo un solo anno di sponsorizzazione dei tre stipulati all’ inizio dell’ accordo.

Il contratto, che sarebbe scaduto fino a fine 2018 vedeva una sponsorizzazione sulla vettura di Danica Patrick  di ben 25 delle 36 gare sia nel 2017 l’anno prossimo. La preoccupazione del team è la  possibilità di Nature’s Bakery  di coprire questa sponsorizzazione, ma il CEO dell’ azienda David Marson confermò a Stewart che i flussi monetari avrebbero rispettato i 15 milioni annuali.

Ma Stewart-Haas fa causa allo sponsor dopo la richiesta di Nature’s Bakery di modificare il contratto abbassando il tetto dei 15 milioni; Inoltre il team di Kannapolis accusa l’azienda di false argomentazioni come “uno schema per evitare futuri pagamenti”, in cui Danica Patrick non avrebbe pubblicizzato sufficientemente  il marchio dell’ azienda attraverso i social networks.

La lettera inviata il 19 di gennaio a Stewart Haas dichiarava che Nature’s Bakery terminava il contratto con il team e Danica Patrick dopo che la compagnia non aveva rispettato i limiti di scadenza per effettuare il pagamento. La causa ammonta a 31,7 milioni di dollari più gli interessi per la recessione del contratto anticipato. Stewart Haas ha già annunciato che risolveranno la questione in tribunale.

Il team spera ancora di riavere Nature’s Bakery in gara per la stagione 2017, ma il problema è che Danica Patrick,è al momento coperta per sole 11 gare con altri tre sponsor, che include Tax Act, Aspen Dental e Code Associates. Per quel che concerne le restanti 25 gare stagionali rimane ancora un mistero da risolvere al più presto, visto che la stagione inizierà il 18 di febbraio.

“Nature’s Bakery non è il primo sponsor e non sarà l’ultimo a non rispettare gli accordi si sponsorizzazione con un team NASCAR. Nonostante dovevano ricoprire 25 gare quest’anno, avevano l’opzione di vendere ad altre cinque compagnie” ha comunicato lo Stewart-Haas.

Inizialmente aggrerare Nature’s Bakery a Danica Patrick era naturale visto che la pilota tiene parecchio alla salute e al cibo.Ha addirittura una programma di fitness che diventerà un libro.